Mussini Aceto Balsamico di Modena IGP Biologico

1 1 Like

Content: 

Ci troviamo a Magreta, una piccola località idilliaca, situata a ca. 15 chilometri a sudovest di Modena. C’è una piacevole temperatura di 22 gradi. La regione è famosa per la tradizionale produzione dell’Aceto Balsamico che risale al primo Medioevo.


«In occasione della nascita di un figlio, è tradizione regalare una botte di aceto».


Visitiamo l’Acetaia Mussini, una piccola manifattura che si dedica alla produzione dell’Aceto Balsamico di Modena. Oggigiorno l’azienda viene gestita dai cugini Giorgio Benedetti e Gabriele Torricelli che la fondarono nel 2001. Inizialmente si occupavano di tutt’altro, finché decisero, un giorno, di fare rivivere i loro ricordi d’infanzia. Le loro famiglie sono legate alla produzione dell’Aceto Balsamico sin dal 1909. «Durante tutta la nostra infanzia c’era sempre quel particolare profumo nell'aria». Con la batteria di botti di legno di aceto che hanno ricevuto in regalo dai loro genitori alla loro nascita, antica tradizione modenese, hanno dato inizio alla loro attività. Una batteria di botti di legno è composta da cinque botti. Ogni botte ha una grandezza diversa ed è prodotta con diversi tipi di legno.


«La passione mi sprona ogni giorno a fare qualcosa di nuovo».
Giorgio Benedetti


Giorgio e Gabriele producono insieme ai loro dodici collaboratori diverse linee e, da qualche anno, anche una biologica. L’Aceto Balsamico di Modena IGP Bio è un aceto di produzione sostenibile da coltivazione biologica e senza l’utilizzo di additivi artificiali.


Entriamo in un locale dal soffitto alto oltre cinque metri. Oltre alle grandi cisterne di acciao, vi sono anche botti di diverse tipologie di legno e diverse grandezze. Una profumata dolcezza mescolata da una piacevole acidità pervade il mio naso. In un grande contenitore di acciaio con una ruota a pale si sente bollire qualcosa. «In questo contenitore viene cotto il mosto d’uva e mescolato, in seguito, con l’aceto di vino», spiega Giorgio. «Entrambi i prodotti arrivano esclusivamente da aziende severamente controllate e biologicamente certificate della regione di Modena». Questa delicata miscela composta dal 30 percento di mosto d’uva e dal 70 percento di aceto di vino, viene versata in botti di rovere scuro, in parte vecchie oltre 20 anni. Ogni botte di rovere ha un’apertura che viene ricoperta con un panno di stoffa bianca, in questo modo le materie prime possono respirare e i batteri possono trasformarsi completamente dall’alcol in aceto.


«Il nostro Aceto Balsamico viene elevato per un anno».


L’Aceto Balsamico di Modena IGP Bio dal colore ambrato ha un profumo intenso ed equilibrato con una piacevole acidità. Il gusto è agrodolce e allo stesso tempo molto armonico.

Anche Giorgio ha regalato a suo figlio Filippo e, Gabriele ai suoi gemelli Davide e Viola, una botte di legno di aceto in occasione della loro nascita. Grazie a ciò questa tradizione pluriennale modenese continuerà a esistere.


SOSTENIBILITÀ

Livelli di sostenibilità diversi prodotti elaborati senza parti di origine animale

Passaggio totale dell‘attività
Bio
Bio
Elevate richieste, certificate di biodiversità nella coltivazione
Nessun utilizzo di pesticidi chimici-sintetici
Nessun utilizzo di pesticidi chimici-sintetici
GOOD
BETTER
BEST
Standard legali

Berühren Sie diese Grafik, um die Ansicht zu vergrößern.

MATERIALE DI COMUNICAZIONE PER IL VOSTRO MENÙ

Toolbox

Nella “toolbox” troverete dei documenti mediatici preparati sul tema del prodotto da aggiungere liberamente al vostro sistema di comunicazione. Tra questi vi sono immagini, testi, modelli e video. Per l’attivazione dei contenuti, è necessario effettuare la registrazione una sola volta. In seguito, i dati saranno caricati entro una giornata lavorativa.

Mussini Aceto Balsamico di Modena DOP Biologico